Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

Da domenica (25 nov) a Il Magico Paese di Natale a Govone partono i laboratori de Le Officine

Federica Da Col

Il periodo natalizio come momento da dedicare agli affetti più cari, alla condivisione tra genitori e figli, al tempo da trascorrere insieme. Anche questo è Il Magico Paese di Natale di Govone (17 novembre – 23 dicembre), un borgo incantato dove respirare la magia del Natale riscoprendo le cose semplici e la bellezza dello stare in famiglia, cucinando insieme e assistendo a spettacoli che coinvolgono grandi e piccini.
Un successo che continua da anni quello delle Officine di Babbo Natale, lo spazio dedicato ai laboratori di cucina per le famiglie creato all’interno dell’evento Il Magico Paese di Natale, che anche quest’anno riparte e si rinnova. Dal 25 novembre, per tutte le domeniche dell’evento, riprendono le attività dei laboratori che accostano cucina, racconto e rappresentazione con la narrazione dell’esperta di teatro popolare Daniela Febino.

È lei, con il suo immancabile organetto, che conduce i piccoli e le loro famiglie alla scoperta della vera storia dell’Omino di Pan di Zenzero e delle avventure di Re Willy, il re del cioccolato. Ecco quindi che i bambini realizzano i loro biscotti a forma di omini di pan di zenzero seguendo il racconto della storia della vecchina e del vecchino piccoli piccoli che un giorno creando l’omino di pan di zenzero scoprono che questo ha preso vita e assistono alla sua fuga di corsa dal forno.

E per chi invece vuole dilettarsi col laboratorio dedicato al cioccolato non resta che immergersi nel Regno del Magico Cioccolato, il laboratorio in cui Re Willy svela una nuova avventura che parla di monete d’oro e cioccolato, ma anche di felicità; il tutto realizzando in compagnia di mamma e papà degli ottimi pasticcini al cioccolato con l’aiuto dei maestri cioccolatai piemontesi. Un modo accattivante di avvicinarsi alla cucina e alla sua arte, semplice ed efficace insieme, che ci ricorda che il Natale è anche mangiare e giocare in famiglia.

E per continuare a vivere il piacere di ascoltare storie antiche attraverso la voce e l’azione scenica di cantastorie contemporanei basta andare in piazza Vittorio Emanuele II, dove in occasione dell’evento è allestita la piazza Baratti&Milano, uno luogo in perfetto stile Belle Epoque il cui centro è rappresentato dalla Giostra a Carosello coi cavalli, spazio di divertimento e magia per i piccini. Qui si svolgono gli spettacoli del Teatro Pop Up messi in scena dal Collettivo Scirò con la regia di Daniela Febino e l’allestimento dell’artista Beppe Pepe.

Il risultato è un teatro di strada nuovo e divertente, magico e senza tempo le cui storie danno una spiegazione alle classiche domande che pongono i bambini. “Perché Babbo Natale usa le renne per portare i regali? E Perché scende dai camini?” A queste ed altre domande danno risposta le divertenti e un po’ goffe renne Flossie, Glossie e Ramona accompagnate dalla fisarmonica dal vivo, per un’atmosfera romantica e un clima natalizio sorprendente in grado di emozionare davvero. Un bottigliofono dell’azienda San Bernardo apre le danze e fa scoprire come da una semplice bottiglia d’acqua si può eseguire un concerto per renne e bambini.

Non resta quindi che lasciarsi trasportare dalla magia del Natale immergendosi nel clima natalizio dell’evento per famiglie più sorprendente d’Italia, Il Magico Paese di Natale di Govone, dove prepararsi al Natale riscoprendo la gioia della condivisione e dello stare insieme.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: