Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

Proclamati i vincitori della 7a Edizione del Premio GoSlow-Co.Mo.Do.

Co.Mo.Do. - Cooperazione per la Mobilità Dolce

Sono stati proclamati i vincitori della 7a edizione del Premio Go Slow – Co.Mo.Do., il più importante e unico riconoscimento italiano rivolto ai migliori progetti dedicati alla realizzazione di itinerari verdi.

Il Premio Go Slow-Co.Mo.Do. nasce con l’obiettivo di far emergere il ruolo centrale dell’architettura nella tutela dei territori, nella promozione di viaggi consapevoli e nei processi positivi di trasformazione del paesaggio culturale. Per questo diffonde la cultura di progetti come garanzia di qualità ambientale e civile, premiando quelli con la rigenerazione urbana più sostenibile che coniughino estetica e funzionalità e si distinguano per qualità e utilizzo appropriato delle strutture da rigenerare.

La giuria, composta da ingegneri, architetti e professionisti della mobilità dolce della Co.Mo.Do. della Simtur e della DMO Mediterranean Pearls, ha scelto come vincitore della categoria “Opere di mobilità dolce già realizzate” il progetto “Rete degli itinerari escursionistici della Regione Piemonte” (presentato da Regione Piemonte). Secondo posto per la Puglia con il progetto “La Via Traiana da Ostuni a Brindisi” (presentato da Gal Alto Salento 2020). Terzo premio non assegnato.

Primo classificato per la categoria “Studi di fattibilità” il progetto dal Veneto: “Sviluppo di una Rete Etnografica di Mobilità Dolce per un Ecomuseo dei Cimbri dei Sette Comuni” dello studio AVVI e Associati. Secondo e terzo premio non assegnati.

Menzioni speciali alla Regione Sardegna con “La Ciclovia del Cammino Minerario di Santa Barbara” (presentato da Sardegna CIREM, Fondazione CMSB), all’Emilia Romagna con il progetto “Ciclovia del Sole, itinerario di Bologna Metropolitana” (presentato dalla Città Metropolitana di Bologna), alla Regione Puglia con il progetto “Parco dell’Area Cave di Pietra di Apricena” (presentato dallo Studio Assaus), alla Regione Toscana con il progetto “Via Sacra Etrusca” (presentato da Nordic Hiking Italia), alla Regione Marche con il progetto “Ciclovia 77” (presentato dal Comitato promotore della Ciclovia 77).

All Routes Lead to Rome conferisce la menzione speciale “Great Places to Bike” al progetto “Ciclovia Appenninica – Appennino Bike Tour: il Giro dell’Italia che non ti aspetti” (presentato da Vivi Appennino), e la menzione speciale “Great Places to Walk” al progetto “Carnia Greeters”. Per la sezione internazionale, la Fondazione Romualdo Del Bianco e il Movimento Life Beyond Tourism, partner del Premio Go Slow-Co.Mo.Do., forti del loro impegno per la salvaguardia e la tutela del patrimonio, materiale e immateriale, tangibile e intangibile, hanno selezionato l’itinerario “Iter Vitis – Les Chemins de la Vigne” che unisce il Portogallo all’Azerbaijan, passando per Italia Bulgaria, Croazia, Francia, Georgia, Grecia, Israele, Macedonia, Malta, Moldavia, Montenegro, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna e Ungheria.

La cerimonia di premiazione si terrà il 15 novembre 2019, nell’ambito di All Routes lead to Rome, il meeting dei protagonisti della mobilità dolce, una piattaforma nazionale di innovazione sociale partecipata da oltre 60 itinerari e un centinaio di organizzazioni pubbliche, private, ecclesiali e del terzo settore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: