Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

Manifestazione a Genova per La Resistenza e contro la rinascita del Partito Nazionale Fascista Piazza Matteotti Lunedì 25 APRILE 2011 alle ore 18.00

Aleksandra Matikj

Come Immigrata ligure regolarmente Residente a Genova dal 1998, La fondatrice delL’ ‎”Associazione Denuncia la mafia e l’illegalità” per la Protezione delle vittime dell’Illegalità, della Mafia, della Discriminazione e per la Difesa del territorio, La Responsabile delle Agende Rosse di Liguria e come Donna vorrei ricordare a tutti che il fascismo aveva nelle proprie ideologie le Donne italiane sottomesse agli uomini e che spesso e volentieri venivano picchiate e maltrattate per questo.

Vorrei altrettanto ricordare che Benito Mussolini e il suo dittatoriale regime fascista tramite il Partito Nazionale Fascista insieme alla Chiesa di allora e successivamente in collaborazione con Adolf Hitler e quindi con il Partito Nazista tedesco uccidevano gli Ebrei e che successivamente avevano costruito di Italia uno Stato Discriminatorio molto simile ma in questo caso contro gli Immigrati in Italia, contro gli stessi Italiani del Sud e contro tutti gli Omosessuali.

Per questo motivo a Genova scenderemo in Piazza Matteotti il 25 APRILE 2011 dalle ore 18.00 alle ore 19.00 per Manifestare e per dire “NO al Partito Nazionale Fascista” e “Ora e per sempre Resistenza” invitando ovviamente i Cittadini e gli Immigrati liguri, in primis le Donne e gli Omosessuali ma anche tutti i Partiti politici, le Associazioni, i Movimenti liguri, gli Studenti universitari e delle scuole medio-superiori che vorrebbero manifestare con tanto di bandiere e striscioni.

Credo che una città rossa come è la nostra Genova debba fare una pronta Opposizione pubblica anche questa volta per far sì che gli orrori, gli omicidi e le Discriminazioni di una volta possano mai più tornare in vigore tramite appunto il Partito Nazionale Fascista. 
Vorrei inoltre ricordare con questa Manifestazione Don Luigi Sturzo, sacerdote e politico italiano che all’epoca si oppose al governo Mussolini, allo Stato ed il fascismo totalitario e Giacomo Matteotti, Antifascista e Socialista brutalmente ucciso nel 1924 per aver preso la parola alla Camera dei deputati per contestare i risultati delle elezioni tenutesi il precedente 6 aprile.

Ma non dimentichiamo nemmeno l’omicidio di Carlo Tresca Antifascista, Anarchico, Sindacalista e Leader del Movimento Operaio negli Stati Uniti, assassinato a New York nel gennaio del 1943 da Carmine Galante (successivamente affiliato alla famiglia di Joseph Bonanno) su ordine di Vito Genovese, mai incriminato. Si ricorda anche che il caso Tresca era riferito ai rapporti che ebbe la mafia col fascismo e con l’intervento dei servizi segreti americani fra le due guerre e mondiali coinvolgendo importanti capi mafiosi quale appunto Vito Genovese, Frank Garofalo e Carmine Galante, fuoriusciti italiani negli e riguarda anche i tentativi di rompere il fronte unito Antifascista.

 

Hanno aderito all’iniziativa del Lunedì 25 APRILE 2011:

Don Andrea Gallo, Laboratorio sociale occupato autogestito BURIDDA, Collettivo Autonomo Organizzato Studentesco (C.A.O.S. GENOVA) Antifascismo Militante Genova, Aut Aut Punx, Senza Tregua ANTIFASCISTI E ANTIRAZZISTI,Associazione Città Meticcia per i Diritti di Cittadinanza, Voce Donna, Associazione LGBT di Genova “Le Ninfe – GenovaGaya”, Unione Sindacale di Base Liguria, Uniticontrolacrisi Genova, Cgil Savona, Flc Cgil Istat, Anpi Savona Comitato Provinciale, Sinistra critica e Femminista Genova, Partito Comunista dei Lavoratori (PCL) di Genova, Comitato Risveglio, Agende Rosse di Liguria, Popolo Viola Genova, Diritti Futuri, Studenti etc.

Aleksandra Matikj

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: