Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

P.A.S. un’Arma impropria contro i diritti delle Donne e dei Bambini

Roberta Lerici Associazione Bambini Coraggiosi

Chi ha inventato la Pas? Come influisce sulle cause di affido dei figli nelle separazioni conflittuali e non? A cosa vanno incontro i bambini che vengono definiti ” alienati” da uno dei due genitori? A queste e a tante altre domande cercherà di  rispondere il convegno organizzato a Roma il prossimo 6 maggio dall’europarlamentare dell’Italia dei Valori, Niccolò Rinaldi, vicepresidente del Gruppo ADLE, dal Movimento per l’infanzia , dall’Associazione Valore Donna, e dall’Ufficio Uno Eventi e Manifestazioni IDV, presieduto dal senatore Stefano Pedica .Esperti italiani ed internazionali, si riuniranno  per discutere di quella che alcune associazioni di psicologi e neuropsichiatri americani, hanno definito “scienza spazzatura” (Junk Science). In Italia, la PAS è entrata nei tribunali con ritardo, ovvero quando all’estero si è cominciato a prenderne le distanze in maniera decisa, ma le informazioni stentano a raggiungere i nostri legislatori e così, mentre in America proliferano le associazioni di “vittime della PAS”, in Italia la si vorrebbe inserire nel DDL 957, detto anche affido condiviso Bis, come discriminante per l’affido dei figli.

Ma la PAS , viene purtroppo usata anche come strumento di difesa dai genitori accusati di abusi e violenze sui figli; basta una perizia in cui si certifichi che uno dei genitori ha condizionato il figlio fino al punto da fargli descrivere abusi o violenze, e il gioco è fatto.Il bambino non verrà creduto, e il genitore protettivo passerà da vittima a imputato perdendo la patria potestà .

In seguito, questo bambino a cui è stata diagnosticata una sindrome mai riconosciuta ufficialmente dalla psichiatria, (non è inclusa nel DSM), verrà affidato ai servizi sociali e collocato in casa famiglia o, nella peggiore delle ipotesi, sarà costretto a vivere con il genitore abusante.
L’associazione  “Courageous Kids”,  composta da ex bambini affidati al genitore abusante, è solo una delle tante associazioni nate in America per  denunciare i giudici responsabili di aver creduto alla PAS e non alle testimonianze dei bambini: “Noi che siamo sopravvissuti, siamo cresciuti e diventati più forti,  adesso vogliamo dire al mondo quanto abbiamo sofferto, prima a causa di coloro che hanno abusato di noi, poi  a causa dei tribunali che hanno rifiutato di proteggerci” (We who survived got older and stronger. Now we are telling the world how much we were hurt, first by our abusers then by the court which refused to protect us.) Tra i relatori del convegno, Girolamo Andrea Coffari, avvocato, presidente del Movimento per l’Infanzia;  Claudio Foti, psicologo psicoterapeuta, presidente del centro Hansel e Gretel di Torino; Roberta Lerici, Area Infanzia e Famiglia Italia dei Valori e responsabile MIF per il Lazio; Roberto Mazza, psicoterapeuta, docente Psicologia sociale Università degli Studi di Pisa Alessandra Lumachelli, sociologa, Università Politecnica delle Marche. Andrea Mazzeo, psichiatra, Dirigente Medico, CSM, ASL di Lecce.
Sonia Vaccaro, psicologa clinica, specialista in “Victimologia y violencia de género”, Madrid. E’ confermata la partecipazione di genitori italiani che hanno perduto l’affidamento dei figli per una diagnosi di PAS.
Il convegno è gratuito, per iscriversi inviare una email a movimentoinfanzialazio@gmail.com


Per informazioni stampa:
Roberta Lerici (Area Infanzia e Famiglia Ufficio Uno, sen. Pedica, vicepresidente associazione Valore Donna, responsabile per Lazio del Movimento per l’Infanzia- cell. 388/7524410- email roberta.lerici@yahoo.it-sito web: www.bambinicoraggiosi.com)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: