Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

Antiche masserie e dimore storiche della Valle d’Itria eccezionalmente aperte al pubblico

Monica Balzan

Martedi 22 agosto inaugurerà a Martina Franca, all’interno della splendida Masseria Palesi, appositamente aperta al pubblico, l’ottava edizione del Festival dei Sensi, prestigiosa manifestazione culturale dedicata quest’anno al tema del „corpo“. Tre giorni di mostre, laboratori, conferenze ed eventi speciali a cui prenderanno parte scrittori, giornalisti, artisti ed esponenti del mondo della cultura e della scienza, sia italiani che internazionali; un’occasione d‘incontro dove tutti potranno ascoltare, capire e confrontarsi senza confini.

Durante l’evento d’inaugurazione, alle ore 19.00 alla presenza del rettore Carlo Petrocelli, Presidente del Festival, il designer Riccardo Blumer introdurrà il tema della relazione esistente tra struttura corporea, forma anatomica e spostamento nello spazio. Lo farà con una presentazione coreografica dal titolo 140 Modi di piegare la carta nella quale i numerosi protagonisti eseguiranno in perfetta sincronia, come in un balletto, una sequenza di movimenti amplificata dalle forme di carta piegata, appositamente realizzate dagli studenti dell’Accademia di Architettura di Mendrisio. Il limite dei gesti diventa racconto coreografico e rivela come la danza sia, da sempre, uno dei fondamenti dell’architettura. La musica è stata appositamente scritta dal compositore Nadir Vassena. Corpi in azione: gente della Valle d’Itria.

Tra le variegate attività EXTRA che animeranno le giornate del festival, ben tre  mostre:

“Il corpo ruota di fronte all’osservatore” dell‘artista fotografo di notorietà internazionale Stefano Graziani, allestita in un suggestivo frantoio ipogeo nel centro di Martina Franca, aperto per la prima volta al pubblico;

“Body Type“ sul celebre, affascinante alfabeto di Anthon Beeke, sarà allestita nella Torre civica di Cisternino; infine, la nuova mostra di Lisetta Carmi, fortemente voluta dalla Fondazione Bhole Baba, che ha voluto questa mostra in occasione dei vent’anni dal conferimento del titolo di Ente Morale. Una serie di ritratti in cui l’occhio folgorato dell’artista indaga il mistero delle molte vite di Babaji e riconosce il destino che la porterà a fondare il celebre Ashram di Cisternino. Sede d’eccezione la bellissima Stazione ippica di Martina Franca, meritoriamente restaurata, che verrà riaperta al pubblico nell‘occasione dal Festival dei Sensi, celebre per la capacità di scoprire e proporre ai suoi frequentatori luoghi speciali.

Creatività e tecnologia saranno al centro di due originali proposte:
il radio concerto eseguito da Roberto Paci Dalò, Stefano Spada e Alessandro Renzi (Usmaradio) a conclusione di una incredibile lezione di ipnosi nel famoso Ashram di Cisternino;
il laboratorio che per due sere nella centrale Piazza XX Settembre di Martina Franca coinvolgerà il pubblico in un’esperienza curiosissima: „Il tuo ritratto in 3D“, a cura di Eumakers, una delle più grandi aziende europee nel settore dei consumabili per stampanti 3D. Se in passato il lusso del ritratto comportava giorni di posa ed è poi arrivata la fotografia e quando pensiamo al ritratto oggi la mente vola ai selfie, esistono tecnologie avanzatissime ancora sconosciute ai più che a gran velocità permettono addirittura la creazione di fedelissime statuine uguali a noi: i♥mini. Come? Un piccolo scanner, una stampante 3D e le mani di un esperto.

Imperdibili le sessioni all’aperto di Shiatsu, a cura del maestro Luigi Gargiulo, e di HathaYoga, a cura della grande Teresa De Lucia: per grandi e piccini.

 

 

il programma su www.festivaldeisensi.it

163

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: