Pubblica i tuoi comunicati stampa online. Gratis!
INVIA COMUNICATO

L’ironia noir di Laura Girolami torna a Roma con Pranzo a Casa dei Miei

Barbara Andreoli HF4

L’ironia noir di Laura Girolami, regista del film “Surroundend” (Minerva) e autrice di “Stupidi Pesci” (Castelvecchi Editore) torna a Roma con “Pranzo a Casa dei Miei”, black comedy dal sapore nordico, in scena dal 4 all’8 dicembre al Teatro Lo Spazio.

L’ironia noir di Laura Girolami, regista del film “Surroundend” (Minerva) e autrice di “Stupidi Pesci” (Castelvecchi Editore) torna a Roma con “Pranzo a Casa dei Miei”, black comedy dal sapore nordico, in scena dal 4 all’8 dicembre al Teatro Lo Spazio.
Tra tagliente ironia e macabri svelamenti inaspettati, “Pranzo a Casa dei Miei” si svolge in un interno borghese come tanti.
Quella che doveva essere una piacevole domenica in famiglia diventa una vera e propria guerra, combattuta a colpi di parole, in cui nessuno pare essere come sembra e dove nessuno è davvero innocente.
Il pranzo si svolge in un’apparente tranquillità, ma qualcosa sembra da subito non andare per il ver-so giusto e, con il passare delle ore, emergono verità insospettabili.
Fabio Galadini allievo di Alessandro Fersen si diploma in recitazione alla Scuola Internazionale dell’attore e in Regia all’Accademia Nazionale di Cinematografia. Ha al suo attivo oltre trenta spet-tacoli che vanno dalla tradizione alla sperimentazione contemporanea.
Eleonora Vanni la tradizione familiare, la porta a studiare presso l’Accademia D’Arte “Silvio D’Amico” dove si diploma nel ’92, studiando con: Mario Ferrero, Claudia Giannotti, Massimo Fo-schi, Gianna Piaz, Luca Ronconi, Pino Passalacqua, Angelo Corti, Marisa Fabbri e per 2 anni con Orazio Costa.

Di Laura Girolami
Regia di Fabio Galadini
con Fabio Galadini, Eleonora Vanni, Jacopo Fassini, Robera Aiolfi
assistente alla regia Raffaele Balzano
scene e costumi Lorenzo Rossi
Prima Nazionale 4 – 8 dicembre 2018
Teatro Lo Spazio – Via Locri 42/44 (Metro San Giovanni, Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: